Hey ya gente! È di nuono il momento dell'annual recap 😁 Su questo blog c'erano anche i recap del 2016 e del 2017, ma, durante quest'anno per un mio errore ho disintegrato il server dov'era il blog, e con lui anche tutti i contenuti 😭

Si, backup e tutto quello che volete, ma andiamo, a tutti è capitato almeno una volta di fare il big danno.

Anyway, torniamo a bomba al succo: cosa ho concluso in questo 2018?

2018 Recap

Beh, devo dire che non è andato per niente male. Tra i buoni propositi (scritti nel 2017 Recap) avevo fatto una lista non molto lunga, ma molto significativa,

Mi ero riproposto di prendere la patente per la moto e di acquistarne una. E hell yeah! A Maggio di quest'anno ho acquistato la mia nuova e fiammante Kawa Z650, e ad Agosto ho preso la patente A (così da poter guidare anche i missili 🏍).

Mi ero ripromesso di andare a vedere quanti più concerti possibili, impedendomi di dire di "NO". E porca merda è stato un anno incredibile sotto questo punto di vista. Tra Gennaio e Dicembre ho visto esibirsi dal vivo: 30 Seconds To Mars, Killswith Engage, Foo Fighters, Guns n Roses, Iron Maiden, Avenged Sevenfold, Judas Priest, Ozzy Osburne, Caparezza, Sum 41, Zebrahead, Wage War, August Burns Red ed i Nightwish. Niente male direi 🤘

Come ogni anno, mi ripropongo di crescere sotto il punto di vista professionale (e delle entrate di conseguenza). Non mi andava male eh, ma per fare quell'ulteriore passo in avanti ho deciso di aprire partita iva, e di prendere ulteriori responsabilità lavorative. Dopo un inizio in cui la paura "del nuovo" la faceva da padrona, devo dire che ora, alla fine dell'anno, sono super contento delle scelte prese e dei benefici che queste hanno portato.

Ultimo ed unico tragauardo mancato, è stato quello di visitare almeno quattro stati, di cui almeno uno extra EU. Ho viaggiato tanto, sicuramente più di ogni altro anno, ma purtroppo nessuno stato fuori dal vecchio continente. Ho vissuto un mese a York, visitando tutto il nord dell'Inghilterra 🇬🇧. Da lì ho colto l'occasione di andare ad Edinburgo 🏴󠁧󠁢󠁳󠁣󠁴󠁿󠁧󠁢󠁳󠁣󠁴󠁿. Successivamente sono andato in vacanza a Tenerife, in un fantastico surf camp 🇪🇸. E, per finire, una fuga di pochi giorni a Berlino (per la prima volta in dolce compagnia) 🇩🇪.

Quindi si, quattro Stati, ma nessuno extra Europa 🙁

2019 targets

Ci sono diverse cose che voglio fare nell'anno che sta per arrivare. Primo tra tutti, vorrei prendere il brevetto da paracadutista. Ho sempre sognato di lanciarmi da un aereo, e potrei semplicemente pagare un volo e farlo. Ma perché limitarsi?

Nel 2019 meno concerti e più viaggi. Voglio concentrare le risorse su pochi, ma importanti viaggi. Nel mirino ho messo l'Islanda, la Thailandia e l'America. Vediamo cosa ne verrà fuori.

Ultimo, come sempre, un obiettivo professionale. Voglio terminare un progetto che porto avanti da metà 2017. Un progetto di ingegneria e di sviluppo enorme. Il più grande a cui abbia mai lavorato, e sul quale sto investendo tutto quello che ho da offrire. Con la conclusione di NAPALM (questo è il nome che ho dato al progetto), arriverà anche la crescita professionale alla quale ogni anno punto.

Ed anche per quest'anno è tutto stronzetti. Che questo 2019 sia l'anno migliore di sempre, come ogni anno. (E vi prego, smettetela con questa moda del commiserarsi sfiga e del "mai una gioia", che non posso prenderle tutte io le vostre gioie)